PUNTA VERDE IN SITU ONLUS - Lignano Sabbiadoro, (UD) ITALY


Vai ai contenuti

Save the Caissara

Progetti

Questa è la storia di come è nato e si è sviluppato il progetto “Save the Caissara” da Parte del Parco Zoo Punta Verde e attualmente, dal 2007, condotto dalla Punta Verde in situ ONLUS. Possiamo dire che per il Parco Zoo Punta Verde il progetto di conservazione del Leontopiteco testa nera ( Leontopithecus caissara) è stato un caso, ma sicuramente un amore a prima vista.



Nel 2002 il Parco Zoo Punta Verde aderisce alla Rainforest Campaign, campagna a favore della Foresta Pluviale Atlantica, lanciata dall’ EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) alla quale il Parco Zoo è associato. Questa campagna dà l’impulso al Parco per iniziare a tenere alcune specie tipiche della foresta pluviale atlantica e nello specifico un animale molto particolare e presente in Italia solo a Punta Verde, ovvero il Leontopiteco dorato ( Leontopithecus rosalia), che per altro è una delle specie bandiera della Rainforest Campaign.

Con il termine “specie bandiera” ci si riferisce al fatto che un determinato animale ben rappresenta una data zona (in questo caso la Rainforest), è un animale noto e carismatico ed è il mezzo per raggiungere il pubblico al fine di parlare di conservazione della foresta e dei suoi ospiti.

Ottenere questi animali non è stato per niente facile, sono stati presentati dei progetti ad un'apposita commissione, che ha valutato gli spazi, le capacità del personale e sono state necessarie delle credenziali prima di rilasciare un parere favorevole.



Una volta ottenuta l’approvazione è iniziata la costruzione del reparto e alla fine sono arrivati due esemplari di Leontopiteco dorato dallo Zoo di Lisbona.

I due esemplari presenti sono due maschi, infatti per chi comincia con questa specie deve prima “fare pratica” con dei maschi per almeno tre anni e potrà successivamente fare la domanda per ottenere una coppia riproduttrice. Le capacità del Parco sono state testate e i risultati sono stati ottimi ed è attualmente in attesa di ricevere una coppia riproduttrice. Ma ritorniamo alla
Rainforest Campaign...



Torna ai contenuti | Torna al menu